Destinazione Italia venerdì in Consiglio dei ministri - Letta

mercoledì 11 dicembre 2013 09:50
 

ROMA, 11 dicembre (Reuters) - Il Consiglio dei ministri esaminerà venerdì le prime misure attuative di Destinazione Italia, il piano per aumentare gli investimenti diretti dall'estero.

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Enrico Letta, nel discorso con il quale ha chiesto la fiducia alla Camera dei deputati.

Dopo numerosi rinvii, il governo si è deciso quindi a ratificare il pacchetto di misure che il ministero dello Sviluppo ha pronto da mesi: il credito di imposta sugli investimenti in ricerca e sviluppo, la liberalizzazione delle emissioni obbligazionarie, il patto fiscale con le multinazionali, la deregolamentazione delle grandi locazioni commerciali, gli incentivi per le bonifiche dei grandi siti industriali.

La novità, aggiunge una fonte governativa, è che Destinazione Italia potrebbe tornare ad essere un decreto legge. Il governo sta valutando infatti di abbandonare la strada del disegno di legge collegato alla legge di Stabilità, che avrebbe imposto tempi lunghi nell'esame in Parlamento.

Il testo preparato dai tecnici di Via Veneto dovrebbe arricchirsi di due nuovi capitoli.

Il primo è un insieme di misure contro le frodi Rc auto, di cui Reuters ha scritto il 20 novembre e che Letta ha citato nel suo intervento.

Il secondo, spiega la fonte governativa, è un fondo per la ristrutturazione delle aziende in crisi.

"Il fondo potrà investire in realtà sane, che tuttavia attraversano crisi congiunturali, aziende in perdita ma con un margine lordo positivo", spiega la fonte.

Il governo dovrebbe mettere sul piatto incentivi fiscali per rendere più conveniente investire nel fondo a banche, investitori istituzionali e, se riterrà di voler partecipare, alla Cassa depositi e prestiti.   Continua...