Crisi banche,intervento pubblico dopo bail-in per almeno 8% passività-Saccomanni

martedì 10 dicembre 2013 14:15
 

BRUXELLES, 10 dicembre (Reuters) - Nel caso di crisi bancaria l'intervento pubblico, nazionale o europeo, dovrebbe arrivare dopo un bail-in della banca coinvolta per almeno l'8% delle passività.

Lo ha proposto il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, durante la deliberazione pubblica dell'Ecofin sul tema dell'unione bancaria, come soluzione di compromesso.

In precedenza Saccomanni aveva detto di ritenere che "in caso di rischio sistemico l'intervento pubblico potrebbe essere preferibile al rischio di contagio generato da un esteso utilizzo del bail-in".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Crisi banche,intervento pubblico dopo bail-in per almeno 8% passività-Saccomanni | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    21,415.74
    +0.46%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,638.73
    +0.46%
  • Euronext 100
    1,028.02
    +0.00%