Carige, per covered bond alta richiesta da estero - Ifr

venerdì 18 ottobre 2013 13:56
 

LONDRA, 18 ottobre (Reuters) - Il covered bond da 750 milioni di euro a cinque anni collocato ieri da Banca Carige ha ricevuto un'accoglienza decisamente positiva da parte degli investitori esteri che hanno sottoscritto oltre i due terzi dell'emissione.

Secondo i dati di Ifr, servizio di Thomson Reuters, la distribuzione geografica dei sottoscrittori vede l'Italia a quota del 33% mentre il restante 67% è stato collocato tra gli investitori esteri.

Nei dettagli in Germania e Austria è stata sottoscritta una quota del 31%, in Gran Bretagna il 23%, in Svizzera il 5%, in Francia in 4%, tra Spagna-Portogallo il 3% e negli altri paesi il rimanente 1%.

Per quanto riguarda le categorie di investitori predominano i fondi (46%), seguiti da banche (28%), compagnie assicurative e fondi pensioni (13%), in ultimo corporate (5%) e altri (8%).

Il risultato dimostra il momento positivo per il mercato dei bond bancari periferici che ha permesso all'istituto genovese di elevare l'ammontare dell'emissione da 500 milioni a 750 milioni di euro dopo richieste per oltre 1,3 miliardi di euro. E questo nonstante il profilo di rischio dell'emittente, alle prese con un difficile piano di rafforzamento patrimoniale da 800 milioni richiesto dalla Banca d'Italia da effettuare entro fine anno, e con un ricambio dei vertici.

In questo contesto, l'approccio utilizzato dalla banca è stato cauto, con un primo annuncio di una emissione di un bond benchmark "medium-term maturity".

I lead manager dell'operazione - Barclays, Deutsche Bank, Natixis, Rbi, Ubs e Unicredit - hanno iniziato a verificare l'interesse per il bond con una prima guidance "high 200s" sopra il tasso midswap, raccogliendo ordini per 750 milioni, per poi rivedere al ribasso l'indicazione di rendimento in area 275 punti base.

Alla luce dell'andamento della domanda, le capofila sono riuscite a prezzare l'emissione garantita, che porta una cedola di 3,875%, con un margine di 270 punti base, per complessivi 750 milioni.

Collocato al reoffer di 99,466, il titolo mostra oggi - sempre secondo quanto riferisce Ifr - una buona tenuta sul mercato secondario.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia