Banche Italia, legge stabilità può aiutare asset quality - Fitch

giovedì 17 ottobre 2013 16:06
 

MILANO, 17 ottobre (Reuters) - La proposta sul trattamento fiscale delle svalutazioni e perdite su crediti, contenuta nella bozza della legge di stabilità approvata dal governo, può avere nel tempo un impatto positivo sulla qualità degli attivi delle banche italiane.

E' quanto osserva Fitch, che sottolinea come tuttavia il vero fattore chiave per modificare il trend dei crediti deteriorati è rappresentato dall'andamento dell'economia italiana.

Secondo il nuovo testo di legge, le svalutazioni e le perdite su crediti saranno deducibili nell'esercizio in cui sono state imputate a bilancio e nei quattro anni successivi e non più in 18 anni come è stato finora.

"Questo dovrebbe dare alle banche italiane la flessibilità per aumentare accantonamenti e rettifiche di valore in modo da riflettere pienamente la qualità dell'attivo dei portafogli", dice l'agenzia di rating.

"Anche se la redditività viene depressa dai maggiori costi per i crediti deteriorati, potrà beneficiare di un migliore trattamento fiscale. Crediamo che le modifiche previste possano incoraggiare gli istituti a ripulire i bilanci, ridurre i tassi di svalutazione dei crediti e migliorare le coperture nel tempo", aggiunge.

Inoltre, sostiene Fitch, le modifiche fiscali porterebbero ad una maggiore omogeneizzazione in Europa permettendo un migliore raffronto della qualità degli asset delle banche italiane con i concorrenti europei.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia