Usa, Congresso vota testo accordo e mette fine a "shutdown"

giovedì 17 ottobre 2013 08:46
 

WASHINGTON, 17 ottobre (Reuters) - Il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha firmato questa mattina presto la legge votata dal Senato e dalla Camera dei rappresentanti nella notte, che permette di alzare temporaneamente il tetto del debito, evitando così il rischio di default del paese, e di ripristinare il finanziamento dei servizi federali.

E' quanto annunciato dalla Casa Bianca.

Il presidente americano non aveva atteso l'adozione definitiva da parte del Congresso dell'accordo per mettere fine allo shutdown e già dopo il voto al Senato di ieri aveva dichiarato che "il governo riprenderà le proprie attività immediatamente dopo la firma della legge".

La responsabile del bilancio aveva quindi precisato che i dipendenti federali dovevano prepararsi a tornare in ufficio giovedì mattina.

Il testo del compromesso, elaborato da Harry Reid e Mitch McConnell, i capigruppo democratico e repubblicano al Senato, è stato votato a larga maggioranza dai due rami del Congresso.

La legge adottata rappresenta solo una soluzione temporanea e permette di finanziare i servizi federali fino al 15 gennaio e alzare il tetto del debito fino al 7 febbraio.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia