PUNTO 4-Legge Stabilità non piace a sindacati che minacciano sciopero Pa

mercoledì 16 ottobre 2013 19:43
 

* D'Alia: blocco 2014 già previsto. Sindacati: ci incontri

* In un decennio dipendenti pubblici -368 mila, dice Istat (Aggiorna con Camusso (Cgil)

di Francesca Piscioneri

ROMA, 16 ottobre (Reuters) - Ancora non si ha contezza della versione definitiva della legge di Stabilità varata dal governo ieri a tarda sera che già arrivano le minacce di mobilitazione dei sindacati.

Nel mirino, in particolare, la stretta sul pubblico impiego che, nelle intenzioni dell'esecutivo di Enrico Letta, contribuirà con altre voci a tagliare la spesa di 3,5 miliardi nel triennio 2014-2016.

La reazione non sorprenderà il premier che per primo, già ieri, ha messo le mani avanti affermando che la legge di Stabilità "sarà fatta in due tempi" e ci saranno "aggiustamenti" durante l'esame di Camera e Senato.

"Lasciamo al Parlamento e alle parti sociali il modo migliore per trovare le forme su come utilizzare queste risorse", ha detto.

La prima norma che ha messo in allerta i sindacati è il blocco della contrattazione per i pubblici dipendenti estesa a tutto il 2014.

Il leader della Uil, Luigi Angeletti, ha annunciato di buon mattino "proteste moto forti", compreso lo sciopero, e anche la Cgil è pronta a mobilitarsi, ma i toni dei suoi vertici sono più smorzati soprattutto sull'eventualità di uno sciopero generale.   Continua...