Btp poco mossi, spread vede 230 pb, buona accoglienza Legge Stabilità

mercoledì 16 ottobre 2013 12:51
 

MILANO, 16 ottobre (Reuters) - Poco mossi i Btp questa
mattina, dopo il rialzo di ieri, con un mercato che sembra dare
una risposta sostanzialmente positiva alla Legge di Stabilità
varata ieri sera dal governo Letta, da cui dipende peraltro la
permanenza nella categoria 'A' del rating sovrano italiano
almeno per una delle agenzie seguite dalla Bce, ovvero Dbrs.
 
    D'altra parte lo spread Btp/Bund si conferma sotto i 235
punti base questa mattina, complici le vendite sulla carta
tedesca (i cui rendimenti si sono portati a nuovi massimi da tre
mesi); su quest'ultima pesa, oltre l'asta di questa mattina, la
prospettiva di un prossimo accordo al Congresso Usa
sull'innalzamento del tetto del debito pubblico, necessario per
evitare il default americano.
    "La Legge di Stabilità è stata varata, più o meno con i
numeri che ci si aspettava e questo è già positivo, infatti il
mercato non ha avuto grosse scosse" afferma il trader di una
delle maggiori banche italiane. "Qualcuno sta già facendo le
pulci, ma mi pare che il mercato abbia colto la volontà del
governo di imprimere una svolta, al di là del fatto che si
riesca o meno a centrare l'obiettivo di deficit di qualche
virgola".
    A fine mattinata il differenziale di rendimento tra Btp e
Bund decennali viaggia in area 234 punti base, in linea con la
chiusura di ieri e sempre in vista dei 230 punti che
rappresenterebbe un minimo dal 22 luglio 2011, ovvero
dall'inizio delle tensioni sul debito pubblico italiano.
    "La giornata è complessivamente tranquilla, i volumi sono
discreti, niente di eccezionale, ma si lavora di fatto sui
livelli dell'apertura: c'è qualche aggiustamento di portafoglio
ma nessun movimento direzionale" prosegue il trader. 
    
    CURVA PIÙ RIPIDA
    Il rendimento sul decennale italiano è sceso in mattinata
fino al 4,25%, riavvicinandosi ai minimi di metà agosto.
    "Ora il punto è capire se c'è la forza per rompere area
4,20% sul decennale, cosa secondo possibile" afferma un secondo
operatore, sempre da Milano. "Gli investitori esteri possono
convincersi che a questi livelli, e in queste condizioni
economiche e politiche, l'Italia è ancora conveniente".
    La tendenza odierna della curva italiana è comunque di
irripidimento, con una parte breve meglio impostata, in lieve
rialzo.
    "Il ritardo che ci sarà in America nella riduzione dello
stimolo monetario della Fed e l'attesa di un nuovo Ltro in
Europa danno sicuramente sostegno alla parte breve" aggiunge
l'operatore.
    Sul mercato primario, stamane la Germania ha collocato circa
4,24 miliardi di euro di titoli di Stato biennali, con
rendimento in calo allo 0,19%. Sul fronte
periferico, invece, il Portogallo ha collocato 1,5 miliardi
complessivi di bond a breve, sulle scadenze 3 e 9 mesi
.
                   
============================= 12,30===========================
FUTURES BUND DICEMBRE       139,14   (-0,10)
FUTURES BTP DICEMBRE        113,32   (-0,04)  
BTP 2 ANNI (GIU 15)     102,835  (+0,025)  1,579%
BTP 10 ANNI (MAR 24)   102,402  (-0,081)  4,255% 
BTP 30 ANNI (SET 44)    96,715  (+0,131)  5,020% 
========================= SPREAD (PB)========================== 
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   81            81 
BTP/BUND 2 ANNI          139           140        
BTP/BUND 10 ANNI       234           234 
  livelli minimo/massimo            232,6-235,7  233,6-238,7   
BTP/BUND 30 ANNI       225           224
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   267,6         265,5  
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   76,5          76,4
============================================================== 
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia