Gtech chiede a Corte dei Conti di aderire a sanatoria su new slot

martedì 15 ottobre 2013 17:53
 

MILANO, 15 ottobre (Reuters) - La controllata di GTech Lottomatica Videolot Rete ha presentato istanza per la definizione agevolata del giudizio innanzi alla Corte dei Conti sul caso 'new slot'.

Si tratta in sostanza di una sorta di sanatoria o patteggiamento - che, sottolinea una nota, "non equivale in alcun modo ad ammissione di colpevolezza" - prevista dal decreto Imu dello scorso agosto e relativo ai danni erariali contestati dalla Corte dei Conti a 10 concessionari di slot machine per un totale di 2,5 miliardi (il procuratore generale della Corte dei Conti aveva inizialmente quantificato le penali nella cifra monstre di 98 miliardi). Il danno per il mancato rispetto di alcuni livelli di servizio contestato a Lottomatica in primo grado è di 100 milioni. La società ha poi fatto appello, convinta dell'infondatezza della sentenza, ma l'udienza non è ancora stata fissata.

In base alla legge la Corte ha 15 giorni di tempo per rispondere; può rifiutare l'istanza - e in questo caso continuerà il processo in secondo grado - o accoglierla determinando l'ammontare del pagamento, "che non può essere superiore al 30% dell'importo della condanna di primo grado", dice la nota. Chi ricorre a questa formula transattiva può chiedere di pagare tra il 10 e il 25% della somma contestata.

L'obiettivo di Gtech è "definire un contenzioso di rilevante valore economico, permettendo così di superare una situazione di prolungata incertezza".

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia