Legge stabilità, per banche deducibilità perdite su crediti in 5 anni-bozza

lunedì 14 ottobre 2013 07:59
 

di Stefano Bernabei

ROMA, 14 ottobre (Reuters) - Le banche e le assicurazioni potranno dedurre fiscalmente dal reddito svalutazioni e perdite su crediti in quote costanti entro cinque anni dal momento in cui vengono imputate in bilancio e non più in 18 anni come è stato finora.

Lo prevede una bozza del testo della legge di stabilità che il governo si appresta a varare domani e che Reuters ha potuto leggere.

Questa norma era la principale richiesta del settore bancario che ha sempre detto che l'attuale regime di deducibilità in 18 anni è un unicum tra le normative nel mondo e penalizza fiscalmente gli istituti italiani rispetto ai concorrenti.

La modifica si applica anche alle imprese di assicurazione, e, secondo la relazione illustrativa, entrerebbe in vigore per "le rettifiche di valore rilevate in contabilità a decorrere dal periodo di imposta 2013 mentre, per le rettifiche pregresse (noni o diciottesimi pregressi), si continueranno ad applicare le regole previgenti".

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia