Grecia, cessione quota Opap, prima grande privatizzazione dopo salvataggio

venerdì 11 ottobre 2013 16:35
 

ATENE, 11 ottobre (Reuters) - Il fondo ceco-greco Emma Delta ha completato l'acquisizione di una partecipazione di controllo in Opap, società attiva nelle scommesse.

Si tratta della prima grande privatizzazione dopo il piano di salvataggio internazionale della Grecia.

La vendita di beni statali è una condizione fondamentale del piano da 240 miliardi di euro e il governo punta a raccogliere 1,6 miliardi di euro dalle privatizzazioni quest'anno e 24 miliardi entro il 2020.

La maggior parte degli analisti si aspetta che l'obiettivo difficilmente verrà raggiunto a causa della burocrazia e dell'interesse tiepido degli investitori.

Emma Delta aveva conquistato Opap nel maggio scorso, ma ci sono voluti diversi mesi di dispute contrattuali per chiudere l'acquisizione.

Atene quest'anno ha incassato circa 950 milioni di euro dalle privatizzazioni e punta a ottenere altri 270 milioni dalla vendita della rete dell'operatore Desfa Gas e dall'ultima tranche di una licenza nelle videolottery.

E' prevista anche la vendita dei diritti sulle scommesse ippiche, dell'ex aeroporto Hellinikon, di una quota di maggioranza di Salonicco Water Company e di alcuni immobili e terreni entro la fine dell'anno.

Nel 2014 dovrebbe essere la volta della cessione di una partecipazione nella società petrolifera Hellenic Petroleum , operazione da cui Atene potrà incassare tra 700 e 800 milioni di euro.

Emma Delta, controllato dall'investitore ceco Jiri Smejc e dall'imprenditore greco George Melissanidis, ha pagato 622 milioni di euro per il 33% di Opap. Il fondo pagherà ulteriori 3 milioni di euro l'anno per i prossimi dieci anni.   Continua...