October 11, 2013 / 11:56 AM / 4 years ago

Destinazione Italia, Zanonato spinge per decreto martedì - fonti

4 IN. DI LETTURA

* Confronto aperto, Palazzo Chigi vuole evitare troppi decreti

* Pmi, le banche potranno cartolarizzare i minibond

* Perplessità del Tesoro su bonus ricerca e su bond Gse

ROMA, 11 ottobre (Reuters) - Il primo pacchetto attuativo di Destinazione Italia, il piano del governo per rilanciare gli investimenti esteri in Italia, potrebbe confluire in un decreto legge collegato alla legge di Stabilità, attesa martedì 15 ottobre.

A premere sul dossier è soprattutto il ministro dello Sviluppo, Flavio Zanonato, spiegano fonti governative.

"È un'ipotesi. C'è un testo in preparazione per il Consiglio dei ministri di martedì", spiega una delle fonti.

Il confronto è ancora aperto. Martedì il governo deve varare un decreto per rifinanziare alcune voci di spesa come la cassa integrazione in deroga. Far confluire lì le misure di Destinazione Italia significherebbe fare "un decreto omnibus", con il rischio di censure del Quirinale. D'altro canto, approvare due decreti "ingesserebbe l'attività parlamentare", spiega una seconda fonte.

Destinazione Italia individua 50 misure "finalizzate a favorire in modo organico e strutturale l'attrazione degli investimenti esteri e a promuovere la competitività delle imprese italiane".

Se confermato, il pacchetto di martedì sarà solo il primo passo. Palazzo Chigi ha avviato ieri la consultazione sul piano con l'obiettivo di raccogliere opinioni e suggerimenti nell'arco di 30 giorni.

Pmi, Beni Mobili a Garanzia Bond

Il ministero dello Sviluppo ha pronto da mesi quello che le cronache giornalistiche chiamano "il decreto del fare due". Rispetto alle prime bozze, uscite nei mesi scorsi, il testo più recente è molto snello, contiene 10 articoli e recepisce alcuni capitoli di Destinazione Italia.

È il caso delle misure per ampliare i canali di finanziamento di piccole e medie imprese. In Italia, infatti, il mercato mette a disposizione solo l'8% del fabbisogno complessivo. Il resto lo fanno le banche.

Il decreto affronta questo problema consentendo di utilizzare i "beni mobili" anche a garanzia dei titoli obbligazionari, non solo dei crediti bancari. Per favorire la diffusione dei minibond, la bozza modifica la legge 130 del 1999 prevedendo che si possano cartolarizzare anche i titoli obbligazionari.

Un terzo intervento punta a rendere più facile per compagnie di assicurazione, fondi pensione ed enti previdenziali investire in obbligazioni (anche prive di rating) e titoli cartolarizzati. Lo strumento è una limitata rivisitazione della complessa normativa che definisce quali attivi possono andare a copertura delle riserve tecniche.

Le Frizioni Con Il Tesoro

Altro capitolo di Destinazione Italia che è presente nel decreto è il credito di imposta sulla ricerca. La bozza prevede un beneficio sull'Ires per il triennio 2014-2016 "pari al 50% degli incrementi annuali di spesa" e fino ad "un importo massimo annuale di 2,5 milioni". La relazione tecnica quantifica le minori entrate in 187 milioni nel 2014, 134 nel 2015 e 78 nel 2016.

Il bonus per le imprese che investono in R&S è da sempre il cavallo di battaglia di Via Veneto, sin dai tempi di Corrado Passera. Il ministero dell'Economia si è finora opposto per motivi di copertura finanziaria.

Altre due misure contenute nella bozza vanno al di là di Destinazione Italia e sembrano di difficile attuazione per le perplessità del Tesoro. La prima è la possibilità che il Gse, il Gestore dei servizi elettrici, possa emettere obbligazioni per finanziare gli sconti in bolletta.

Dove però il confronto tra i tecnici dei due dicasteri diventa teso è sul terreno della compensazione tra debiti e crediti fiscali. L'attuale soglia di compensazione è 700.000 euro. Zanonato la vorrebbe alzare a 1 milione dal 2014 (2 milioni nel caso di società con bilanci certificati e 4 milioni per le società quotate). Il Tesoro teme effetti difficilmente gestibili sull'andamento delle entrate fiscali.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below