Destinazione Italia, Zanonato spinge per decreto martedì - fonti

venerdì 11 ottobre 2013 13:56
 

* Confronto aperto, Palazzo Chigi vuole evitare troppi decreti

* Pmi, le banche potranno cartolarizzare i minibond

* Perplessità del Tesoro su bonus ricerca e su bond Gse

ROMA, 11 ottobre (Reuters) - Il primo pacchetto attuativo di Destinazione Italia, il piano del governo per rilanciare gli investimenti esteri in Italia, potrebbe confluire in un decreto legge collegato alla legge di Stabilità, attesa martedì 15 ottobre.

A premere sul dossier è soprattutto il ministro dello Sviluppo, Flavio Zanonato, spiegano fonti governative.

"È un'ipotesi. C'è un testo in preparazione per il Consiglio dei ministri di martedì", spiega una delle fonti.

Il confronto è ancora aperto. Martedì il governo deve varare un decreto per rifinanziare alcune voci di spesa come la cassa integrazione in deroga. Far confluire lì le misure di Destinazione Italia significherebbe fare "un decreto omnibus", con il rischio di censure del Quirinale. D'altro canto, approvare due decreti "ingesserebbe l'attività parlamentare", spiega una seconda fonte.

Destinazione Italia individua 50 misure "finalizzate a favorire in modo organico e strutturale l'attrazione degli investimenti esteri e a promuovere la competitività delle imprese italiane".

Se confermato, il pacchetto di martedì sarà solo il primo passo. Palazzo Chigi ha avviato ieri la consultazione sul piano con l'obiettivo di raccogliere opinioni e suggerimenti nell'arco di 30 giorni.   Continua...