Zona euro, dinamica M3 migliorata grazie a Italia e Spagna - Bce

giovedì 10 ottobre 2013 10:55
 

MILANO, 10 ottobre (Reuters) - La zona euro resta caratterizzata da un'eccessiva frammentazione dei mercati finanziari che necessita ulteriore riduzione, il recente lieve miglioramento dell'aggregato M3 va comunque attribuito ai progressi di Italia e Spagna.

Si tratta di una delle valutazioni contenute del bollettino mensile Bce di ottobre, che sui temi più generali del quadro macro e di politica monetaria ricalca invece come di consueto fedelmente il messaggio di Mario Draghi al termine del consiglio sui tassi della scorsa settimana.

"A livello dei singoli paesi, i tassi di incremento dei depositi di M3 sono rimasti eterogenei in agosto, ma i miglioramenti riscontrabili soprattutto in Spagna e Italia hanno contribuito a un'ulteriore riduzione della frammentazione finanziaria" scrive l'istituto di Francoforte nel capitolo dedicato all'analisi dell'offerta di moneta.

"Nel complesso, i dati monetari più recenti confermano che le dinamiche di fondo della moneta e, in particolare, del credito restano moderate" continua.

Se il fenomeno tende a ridursi, a livello assoluto resta comunque 'considerevole'.

"Più specificatamente, alcuni paesi soggetti a tensioni hanno segnalato per agosto ulteriori flussi mensili positivi nei rispettivi depositi di M3 e hanno continuato a ridurre il proprio ricorso al finanziamento dell'Eurosistema" conclude.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia