Governo vara oggi la manovra sul deficit del 2013

mercoledì 9 ottobre 2013 11:23
 

ROMA, 9 ottobre (Reuters) - Il Consiglio dei ministri varerà questa sera il decreto legge per ridurre al 3 dal 3,1% tendenziale il rapporto deficit/Pil del 2013.

Secondo fonti governative la struttura del provvedimento è ormai consolidata. La correzione vale quasi 1,6 miliardi, ma la manovra nel suo complesso supera i 2 miliardi: il governo vuole infatti stanziare nuovi fondi per la cassa integrazione in deroga (330 milioni), l'emergenza immigrazione (non meno di 200 milioni) e la social card a favore dei più poveri (35 milioni).

Novità dell'ultimo minuto, potrebbe confluire nel decreto l'emendamento sugli indennizzi alle imprese danneggiate dagli atti di sabotaggio nei cantieri della Tav in Val di Susa, fatto saltare la scorsa settimana da un altro provvedimento alla Camera.

Le risorse a copertura derivano soprattutto da due voci: tagli alla spesa pubblica per oltre 400 milioni e cessione di immobili pubblici (probabilmente alla Cassa depositi e prestiti) per 1 miliardo.

A garanzia dei target di bilancio il Tesoro si riserva di attivare la clausola di salvaguardia prevista dal decreto sull'Imu, più precisamente l'aumento degli acconti Ires e Irap di novembre. Dopo l'aumento dell'Iva al 22%, il ricorso a un incremento delle accise ha perso quota per il suo possibile effetto regressivo.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia