Banche Italia, sofferenze restano su massimi in agosto - Bankitalia

martedì 8 ottobre 2013 10:40
 

MILANO, 8 ottobre (Reuters) - Si conferma sui massimi, in agosto, il tasso di crescita delle sofferenze bancarie in Italia, mentre si fa più pesante la contrazione del credito, in particolare alle imprese.

È quanto emerge dai dati odierni di Bankitalia, contenuti nel Supplemento al Bollettino Statistico 'Moneta e banche', relativo al mese di agosto.

Il tasso di crescita sui 12 mesi delle sofferenze bancarie è risultato pari al 22,3% in agosto, esattamente come nel mese precedente (il dato di luglio è stato rivisto dall'iniziale 22,2%). Quello di luglio e agosto è l'incremento massimo mai registrato dalle sofferenze dall'inizio della rilevazione, nel 1998.

Per quel che riguarda i prestiti concessi dalla banche italiane al settore privato nel suo complesso, il mese di agosto ha visto una contrazione del 3,5% su base annua, dopo il -3,3% di luglio. Nel dettaglio, il credito alle imprese non finanziarie ha subito una flessione del 4,6%, più pesante del -4,1% di luglio; lo stesso per il credito alle famiglie, in calo dell'1,2% dopo il -1,1% di luglio.

Aumenta invece la raccolta bancaria, a un tasso che torna a farsi più sostenuto. I depositi bancari del settore privato italiano hanno evidenziato un incremento del 6,6% annuo in agosto, rispetto al 5,9% di luglio.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia