PUNTO 1-Mps, piano vede aumento da 2,5 mld entro 2014, altri 5.000 esuberi al 2017

lunedì 7 ottobre 2013 20:11
 

* Previsto rimborso 3 miliardi di Monti Bond entro 2014 anche con proventi aumento

* Banca vuole azzerare al 2017 Ltro, ha già rimborsato 1 miliardo

* Nuovo target utile netto al 2017 circa 900 milioni, tetto a retribuzioni manager

* Portafoglio Btp dimagrirà di 6 miliardi a 17 miliardi entro fine 2017 (Aggiunge dettagli da conference)

di Stefano Bernabei

ROMA, 7 ottobre (Reuters) - Banca Mps ha approvato il nuovo piano industriale al 2017 che con un aumento da 2,5 miliardi entro il prossimo anno e una riduzione di organico che arriva a circa 8.000 unità al 2017 dovrà ottenere il via libera della Commissione europea per avere il definitivo disco verde ai 4,07 miliardi di prestito ricevuto dal Tesoro con i Monti Bond.

La banca si aspetta che questo lungamente atteso via libera della Ue arriverà entro l'approvazione della prossima trimestrale il 14 novembre.

Il piano indica anche la strada per la richiesta riduzione del portafoglio di titoli di Stato italiani a circa 17 miliardi dai 23 miliardi di valore di mercato attuale, poi limita le retribuzioni dei manager a 500.000 euro e fissa i nuovi target per la terza banca italiana che, con un nuovo management, sta cercando di voltare pagina dopo le perdite degli ultimi anni e la pesante inchiesta sull'acquisizione di Antonveneta nel 2008 che ha portato lo scorso anno all'azzeramento del precedente vertice.

Per centrare i nuovi target, uno degli obiettivi più importanti è la riduzione dei costi, in primis quelli del personale. Il piano prevede che a fine 2017 ci saranno 23.100 dipendenti ed erano 31.200 nel 2011. La riduzione avverrà con la dismissione di altre 150 filiali, poi comprende anche l'effetto della dismissioni delle attività non core già individuate e le esternalizzazioni.   Continua...