Finmeccanica, borsa premia cessione Ansaldo Energia, guarda a nuove dismissioni

lunedì 7 ottobre 2013 11:12
 

MILANO, 7 ottobre (Reuters) - Finmeccanica festeggia a Piazza Affari l'accordo per il passaggio dell'85% della controllata Ansaldo Energia al Fondo strategico italiano della Cassa depositi e prestiti, anche se l'operazione era stata in parte già scontata dalla borsa nelle ultime sedute e le valutazioni sono in linea con le stime di mercato.

Gli analisti sottolineano il positivo impatto dell'operazione per il deconsolidamento del debito del gruppo, e in prospettiva, l'impegno a procedere con il piano di dismissioni, ma rimangono cauti sul titolo.

Poco prima delle 11,00 il titolo del gruppo aerospaziale è in rialzo del 2% a fronte di un calo dell'indice FTSE Mib dello 0,36%. I volumi sono vivaci, già pari alla media di una intera seduta.

"L'uscita dalle attività non-core è certamente positivo. Altre cessioni possono sostenere le azioni", dice in un report Exane Bpn Paribas ricordando il piano che vede cessioni anche nei trasporti.

"Tuttavia facciamo ancora fatica a trovare elementi di uspide, data la lenta ripresa degli utili e l'elevato rischio finanziario per la disputa sui contratti nel Benelux", aggiunge il broker che ha aumentato il target price a 2,9 da 1,78 euro, confermando il giudizio "underperform".

Anche per Jp Morgan "il bilancio di Finmeccanica rimane debole, ma le cessioni della quota in Avio e in Ansaldo Energia quest'anno ridurranno il debito netto di 750 milioni di euro. Adesso c'è la prospettiva che Fsi acquisti gli asset ferroviari di Finmeccanica".

Secondo la casa d'affari nelle ultime settimane il titolo del gruppo aerospaziale è stato al centro di intense ricoperture che hanno determinato consistenti rialzi ed è probaile che queste proseguiranno nel breve periodo.

Venerdì il Cda di Finmeccanica ha approvato il passaggio dell'84,55% di Ansaldo Energia all'Fsi che rileva per intero il pacchetto del 45% in mano agli americani di First Eagle e il 39,55% dal gruppo guidato da Alessandro Pansa.

Il restante 15% verrà ceduto attraverso un meccanismo di opzioni put/call, nella seconda metà del 2014.   Continua...