Usa,per amministrazione Obama impossibile dare priorità a pagamento debito

giovedì 3 ottobre 2013 17:21
 

WASHINGTON, 3 ottobre (Reuters) - L'amministrazione Obama ha detto oggi che sarebbe impossibile dare priorità al pagamento del debito rispetto agli altri impegni del governo nel caso il Congresso non riuscisse ad innalzare il tetto di 16.700 miliardi di dollari del debito Usa e il Tesoro restebbe senza contante.

Un alto funzionario del Tesoro ha detto ai giornalisti che non è possibile stabilire una gerarchia tra gli obblighi del tesoro verso i creditori e che l'amministrazione si oppone decisamente a questo approccio, abbracciato da alcuni Repubblicani a Capitol Hill.

In un dettagliato rapporto sul potenziale impatto economico di un default, il Tesoro avverte che non pagare i conti dello Stato peserebbe sulle famiglie e le imprese americane con una recessione peggiore di quella degli anni 2007-2009.

Un default - aggiunge - potrebbe far crescere i costi finanziari, indebolire gli investimenti e la crescita, facendo danni all'economia che potrebbero durare per più di una generazione .

"Un default sarebbe senza precedenti e ha il potenziale per essere catastrofico: i mercati del credito potrebbe congelarsi, il valore del dollaro potrebbe crollare, i tassi di interesse negli Stati Uniti potrebbero salire alle stelle" ha detto il funzionario del Dipartimento del Tesoro.

"Le ricadute negative si potrebbero riverberare in tutto il mondo e ci potrebbe essere una crisi finanziaria e una recessione che potrebbe rievocare gli eventi del 2008 o anche peggiore" ha detto.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia