Legge Stabilità, governo riprende cammino, lunedì vede sindacati

giovedì 3 ottobre 2013 12:37
 

ROMA, 3 ottobre (Reuters) - Arginato, per il momento, il rischio di una crisi di governo, Enrico Letta va avanti con l'agenda degli impegni a partire dalla messa a punto della legge di Stabilità da varare entro metà ottobre.

A questo scopo avvia, tra l'altro, le consultazioni con i sindacati che hanno minacciato una mobilitazione unitaria qualora il testo non contenga il taglio delle tasse sul lavoro.

"Il punto di misura della legge di stabilità è la riduzione delle tasse sui lavoratori dipendenti e i pensionati. Senza risultati si deve avviare una stagione unitaria di mobilitazione", ha detto nei giorni scorso la leader della Cgil, Susanna Camusso.

Letta, anche ieri parlando alle Camere per chiedere il voto di fiducia al governo, ha ribadito la volontà di tagliare il cuneo fiscale, cioè la differenza tra le imposte che una impresa deve sostenere verso i lavoratori, e il salario netto che questi ricevono.

Secondo il sottosegretario al Tesoro, Pier Paolo Baretta, il taglio supererà i 5 miliardi.

I leader di Cgil, Cisl e Uil, saranno ricevuti a Palazzo Chigi lunedì prossimo alle 18,30.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia