SINTESI - Bce vede ripresa modesta, ha discusso ipotesi taglio tassi

mercoledì 2 ottobre 2013 16:43
 

* Ripresa zona euro moderata, fragile e disomogenea

* Mercato monetario ancora in affanno, consiglio Bce ha discusso taglio

* Strumenti a disposizione sono molti, Ltro uno di questi

MILANO, 2 ottobre (Reuters) - Una ripresa economica che ancora manca all'appello e avverrà solo a ritmo modesto e disomogeneo insieme a un'inflazione sui minimi da oltre tre anni hanno indotto la Bce a prendere in considerazione l'ipotesi di un taglio dei tassi.

Riunito oggi a Parigi, come previsto dal calendario semestrale degli appuntamenti fuori porta, in perfetta armonia con le attese di mercato e analisti il consiglio mensile di politica monetaria ha comunque optato per una più che scontata conferma del costo del denaro.

In sede di consiglio, spiega Mario Draghi alla stampa, si è svolta una discussione. "Come il mese scorso, alcuni governatori hanno osservato che il miglioramento delle condizioni economiche non giustifica un dibattito del genere [sul taglio dei tassi], mentre a parere di altri si tratta di una discussione necessaria. In conclusione abbiamo stabilito di confermare i tassi al livello attuale".

Mentre a Washington prosegue per il secondo giorno la parziale chiusura delle amministrazioni federali, il presidente Bce conserva ma sceglie di non accentuare i toni da 'colomba' delle ultime settimane tornando a sottolineare che Francoforte ha a disposizione un arsenale variegato e una nuova operazione 'Ltro' è soltanto una delle opzioni.

A giudicare dalla reazione dei mercati, una parte degli investitori aveva invece scommesso su un'apertura più netta alla prospettiva di un nuovo finanziamento ultra-economico a tre anni.

Influenzato pesantemente dalla situazione di stallo sul bilancio Usa il cambio dell'euro - per cui, ricorda Draghi, la Bce non ha alcun target - si spinge così fino in area 1,36 dollari.   Continua...