October 1, 2013 / 1:26 PM / 4 years ago

Private equity, salgono investimenti Italia in sem1, ma soffre raccolta

5 IN. DI LETTURA

MILANO, 1 ottobre (Reuters) - L'industria italiana del private equity ha archiviato la prima parte dell'anno con risultati in crescita, confermando i segnali di ripresa emersi nella seconda metà del 2012.

Nel primo semestre, infatti, il numero di operazioni è salito del 9,5%, a 161, mentre il controvalore complessivo degli investimenti è balzato del 62%, a 1,407 miliardi di euro.

E quanto emerge dalla ricerca sul mercato degli investimenti in capitale di rischio condotta da Aifi, l'associazione di categoria, in collaborazione con PwC-Transaction Services.

Nel primo semestre dell'anno scorso l'ammontare dei deal era caduto del 43%.

Nell'intero 2012 la contrazione era stata del 9,8%, a 3,230 miliardi.

Il dato della prima parte di quest'anno è influenzato da un deal di grandi dimensioni, Cerved, che ha visto il closing a inizio anno e da un confronto favorevole con il corrispondente periodo del 2012, che era stato molto debole.

Per quanto riguara l'intero 2013, Anna Gervasoni, direttore generale di Aifi, ha spiegato che "c'è stato il closing di tre-quattro operazioni grosse tra luglio e agosto, un trend che proietta un dato superiore a 3 miliardi a fine anno". Il 2013, insomma, dovrebbe andare in archivio più o meno in linea con l'anno scorso.

Fermo restando che nell'ultima parte dell'anno potrebbero andare in porto dei deal che sono in pipeline e che potrebbero modificare le previsioni, dunque, la seconda metà del 2013 dovrebbe registrare un rallentamento rispetto al corrispondente periodo dell'anno scorso, che era stato particolarmente vivace.

Va ricordato che le operazioni entrano nelle statistiche Aifi dopo il closing; quindi, eventuali deal che dovessero arrivare alle firme verso fine anno, probabilmente verranno conteggiati nel 2014.

Export Tira, Carenza Investitori Istituzionali

Nel corso della conferenza stampa di presentazione della ricerca, Innocenzo Cipolletta, presidente di Aifi, ha sottolineato l'impatto sul settore del crollo della domanda interna, ma, ha aggiunto, "continuiamo ad esportare". Ed è proprio la capacità di internazionalizzarsi delle aziende italiane che, nonostante tutto, attira capitali di rischio.

D'altro canto, il contesto economico-politico è davvero drammatico. "Se anche domani dovessimo avere un governo", ha detto Cipolletta, "chi può sapere quanto durerà? Nella migliore delle ipotesi avrebbe come traguardo la primavera del 2015. Come si fa a investire in questo clima di incertezza?".

Tornando agli investimenti del primo semestre, ottima la performance, in termini di ammontare, del segmento expansion (+63,6%), mentre l'early stage ha registrato una flessione in termini di ammontare (-58%), ma un progresso per numero di operazioni (+18%). Andamento divergente per i buyout: +80% in termini di ammontare, -31% per numero di deal.

Il tasto dolente, ancora una volta, è rappresentato dalla raccolta. Soltanto sei operatori hanno raccolto capitali, per appena 162 milioni, un dato che non comprende i fondi paneuropei che investono anche in Italia. E la seconda parte dell'anno non promette miglioramenti sostanziali.

Il fatto che la maggioranza relativa degli investitori sia rappresentata da individui (25,1%) fotografa le difficoltà del sistema finanziario (banche e assicurazioni) e la carenza cronica di fondi pensioni e altri investitori istituzionali.

L'eccezione virtuosa, ha sottolineato Cipolletta, è rappresentata dalla Cdp (che ha promosso il Fondo Strategico e il Fondo Italiano), "ma ci vuole una spinta maggiore dagli istituzionali".

Buono il dato sui disinvestimenti: 65 partecipazioni, per un controvalore di 1,106 miliardi.

Francesco Giordano, partner di PwC, ha sottolineato che, pur non esistendo statistiche precise sul private equity a livello globale, le stime dicono che il primo semestre è andato in archivio con una crescita del numero di deal (+38%) e un calo dell'ammontare (-13%). Rispetto a Spagna (oltre -50%) e Germania (+11%), "l'Italia si è comportata bene".

(Massimo Gaia)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below