Crisi, no governicchi, o esecutivo di servizio o voto - Epifani

domenica 29 settembre 2013 16:25
 

MILANO, 29 settembre (Reuters) - Il segretario del Pd Guglielmo Epifani ha detto oggi durante la trasmissione "in Mezz'ora" su Rai Tre che il suo partito non è interessato a "governicchi", dopo che ieri l'ex premier Silvio Berlusconi ha fatto dimettere i suoi ministri dal governo Letta, aprendo di fatto la crisi di governo.

"Non ci interessano i governicchi ma lavorare per il Paese e consideriamo fondamentale approvare la legge di stabilità e cambiare la legge elettorale - ha detto Epifani intervistato da Lucia annunziata - Se ce la facciamo a fare un governo di servizio bene, se no ritorna la parola ai cittadini e al voto. Il Pd è pronto a tutto".

"Dobbiamo assumere una iniziativa nel Paese per spiegare quello che è successo, perché il Pdl si spenderà per rovesciare ancora una volta la realtà - ha proseguito il segretario del Pd - Ragioneremo assieme, credo che ci dovremo muovere sul territorio, non escludo nessuna forma di comunicazione, la decideremo a tempo dovuto negli organismi".

Epifani ha infine definito sia l'annuncio delle dimissioni di tutti i parlamentari del Pdl il prossimo 4 ottobre se la Giunta del Senato dovesse decidere la decadenza di Silvio Berlusconi da senatore dopo la sua condanna definitiva per frode fiscale, sia le dimissioni dei ministri Pdl di ieri sera "un attacco alle istituzioni, uno sgarbo alla democrazia".

-- Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia