SINTESI-Bce conferma impegno accomodante, ripresa ancora acerba

giovedì 5 settembre 2013 17:06
 

* Consiglio unanime su mantenimento attuale 'forward guidance'

* Francoforte pronta ad agire se andamento tassi reali ingiustificato

* Per Draghi ripresa è agli inizi, resta incertezza

* Consiglio ha discusso anche di ipotesi ribasso tassi

MILANO, 5 settembre (Reuters) - La ripresa c'è ma i "germogli" della ripartenza dell'economia non sono ancora sbocciati. Anzi, le prospettive restano molto incerte.

Per questo la Banca centrale europea - che ha confermato, come atteso, il costo del denaro al minimo storico dello 0,50% - ha ribadito l'impegno, assunto due mesi fa e fatto ancora oggi proprio da tutti i membri del consiglio, a mantenere i tassi all'attuale livello, se non più basso, per un ampio periodo di tempo.

Il messaggio lanciato da Francoforte ha toni decisamente accomodanti. Parlando in conferenza stampa, il numero uno dell'Eurotower ha assicurato che la Bce è pronta a intervenire se necessario per bloccare la recente risalita dei rendimenti sul mercato monetario.

Una tendenza frutto delle migliori prospettive economiche, che i principali indicatori di fiducia continuano a confermare, della sempre più probabile attenuazione dello stimolo monetario da parte della Federal Reserve e della riduzione dell'eccesso di liquidità nel sistema, complici i rimborsi anticipati dei fondi raccolti dalla banche europee tramite la duplice operazione 'Ltro'.

"Se l'evoluzione dei tassi d'interesse o gli sviluppi sul mercato monetario dovessero a nostro avviso essere ingiustificati...siamo pronti ad agire", ha affermato Draghi.   Continua...