PUNTO 1-G20, Saccomanni vede ripresa. Letta non pensa a crisi governo

giovedì 5 settembre 2013 14:34
 

(Cambia titolo e lead, accorpa pezzi)

* Italia non è più sorvegliato speciale, dice Letta

* Saccomanni: Italia sta uscendo da recessione (cambia titolo e lead, accorpa pezzi)

ROMA, 5 settembre (Reuters) - Il governo tenta di portare una ventata di fiducia sul futuro dell'Italia al G20 di San Pietroburgo, dopo gli ultimi dati Ocse secondo i quali Roma è l'unica, tra le prime sette potenze del mondo, a non essere ancora fuori dalla crisi.

E se la missione è questa, il presidente del Consiglio Enrico Letta non vuole parlare del rischio di una imminente crisi di governo.

"L'Italia non è in difficoltà e non è sorvegliata speciale. Questo è un motivo di grande orgoglio e soddisfazione. Vorrei che tutti in Italia ne fossero consapevoli", ha detto stamani Letta in Russia prima che si aprano i lavori del summit ospitato da Wladimir Putin, e che termina domani.

A chi gli chiedeva se fosse preoccupato per una possibile defezione dall'esecutivo dei ministri Pdl come protesta per la possibile decandenza da senatore del loro leader, Silvio Berlusconi, condannato in via definitiva per frode fiscale, il premier ha risposto che "vi sono talmente tanti obiettivi da raggiungere in queste 24 ore [al G20]. Faremmo un danno all'Italia se mi deconcentrassi da questi sette obiettivi".

"Voglio che a questo G20 l'Italia colga tutti gli effetti positivi di essere uscita dall'alveo dei sorvegliati speciali", ha aggiunto.

Oltre ai temi economici il tema che crea più tensioni e rapporti gelidi tra Usa e Russia è la crisi siriana. Le potenze mondiali sono divise su un'eventuale azione militare, sostenuta dal presidente americano Barack Obama e dal governo francese, per punire il regime di Bashar al-Assad per l'uso di armi chimiche contro i civili.   Continua...