Banca Inghilterra conferma tassi a 0,50%, programma QE a 375 mld stg

giovedì 5 settembre 2013 13:03
 

LONDRA, 5 settembre (Reuters) - La Banca d'Inghilterra ha lasciato fermo il costo del denaro al minimo storico dello 0,50%, livello ormai invariato da oltre quattro anni, in linea con le attese del mercato.

La banca centrale ha inoltre lasciato immutato l'importo del proprio piano di acquisto titoli a sostegno dell'economia alla cifra di 375 miliardi di sterline, importo peraltro già raggiunto.

Il mese scorso il neo governatore Mark Carney si è impegnato a mantenere il costo del denaro allo 0,50% (a meno di una netta risalita delle aspettative d'inflazione) finché il tasso di disoccupazione non scenderà alla soglia del 7% o sotto (in giugno era al 7,8%), scenario che la banca centrale attualmente colloca a fine 2016.

L'ultimo sondaggio Reuters, condotto una settimana fa su 45 economisti, indica tuttavia la convinzione del mercato che le condizioni per un intervento restrittivo sui tassi possano realizzarsi prima di quanto attualmente previsto da Bank of England, già nel corso del 2015.

Sul fronte del 'quantitative easing', il sondaggio assegna una probabilità minoritaria, il 30%, a che la Banca d'Inghilterra annunci nuovi acquisti di asset nei prossimi 12 mesi.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia