Decadenza Berlusconi, Stefàno: giunta non può ricorrere a Consulta

martedì 3 settembre 2013 12:03
 

ROMA, 3 settembre (Reuters) - La giunta delle elezioni e delle immunità del Senato, chiamata nei prossimi giorni a votare la decadenza del leader del Pdl Silvio Berlusconi da parlamentare dopo la condanna definitiva nel processo sui fondi neri Mediaset, non può fare ricorso alla Corte Costituzionale.

Lo ha detto oggi il presidente della stessa giunta, Dario Stefàno (Sel), parlando al quotidiano online Affaritaliani.it.

"Il 2 luglio scorso la Giunta si è autodeterminata a non essere deputata a ricorrere alla Corte Costituzionale. Ora è impossibile immaginare che la Giunta possa smentire se stessa a distanza di soli due mesi", ha detto Stefàno secondo il quotidiano.

Domani intanto si riunisce l'ufficio di presidenza della giunta che, ha detto il presidente, dovrà stabilire il calendario delle riunioni.

Nei giorni scorsi Felice Casson, capogruppo del Pd in giunta, ha aperto alla possibilità che la giunta ascolti Berlusconi prima del voto, anche se il partito di centrosinistra, alleato del Pdl nel governo Letta ha comunque già respinto la richiesta del centrodestra di votare no alla decadenza.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia