Btp positivi su dati e frenata Siria, rischio politico limita rialzo

lunedì 2 settembre 2013 12:10
 

MILANO, 2 settembre (Reuters) - Andamento positivo per i
Btp, che beneficiano del clima di moderata propensione al
rischio innescato dal momentaneo allentamento delle tensioni
geopolitiche sulla Siria e dai segnali di ripresa del settore
manifatturiero in Cina e nella zona euro.
    A suggerire tuttavia una certa cautela una serie di eventi
internazionali che nel corso di settembre sono destinati a
tenere in apprensione gli investitori, cui si aggiunge la
delicata situazione politica italiana, con la maggioranza di
governo a rischio implosione sulla questione della decadenza di
Silvio Berlusconi dal seggio del Senato, dopo sua la condanna
definitiva per frode fiscale.
    "C'è una serie terribile di eventi rischiosi in vista -
abbiamo le elezioni in Germania, il meeting della Federal
Reserve, le aste spagnole - quindi penso che, contro questo
scenario, sia difficile per i bond periferici fare molta strada
nel breve termine", commenta Nick Stamenkovic, strategist di 
RIA Capital Markets.
    Intorno alle 12 il tasso del decennale italiano di
riferimento scende al 4,364% dal 4,392% del finale
di seduta di venerdì, mentre lo spread con l'analoga scadenza
tedesca scende a 244 punti base dai 253 della
chiusura, complice la risalita di tassi dei Bund.
   Gran parte del restringimento del differenziale è legata
all'andamento negativo della carta tedesca penalizzata,
analogamente agli altri asset 'core', dalla decisione del
presidente Usa Barack Obama di chiedere il via libera del
Congresso per intervenire militarmente contro il regime di
Assad. Una scelta che allunga i tempi di un potenziale attacco.
    Inoltre le indagini congiunturali sull'attività
manifatturiera di agosto di Cina e zona euro hanno confermato un
miglioramento della situazione economica. 
    In particolare, per quanto riguarda l'Europa, l'indice Pmi
si è confermato in espansione portandosi ai massimi da giugno
2011. 
    Indicazioni positive sono arrivate dalla manifattura
italiana, che ha registrato una crescita dell'attività per il
secondo mese di fila, mentre il comparto spagnolo, pur mostrando
un miglioramento, resta in contrazione
 .
    Intanto però stamane i Bonos perfomano meglio rispetto ai
Btp, con il tasso del decennale iberico che scende al 4,453% dal
4,537% di venerdì sera e lo spread con l'analoga
scadenza italiana in calo a 10 punti base da 16 di venerdì sera
.
    "E' una giornata tranquilla, vista anche la chiusura per
festività della piazza statunitense. Lo spread su Germania
scende, mentre perdiamo un po' di terreno rispetto alla Spagna,
nonostante Madrid debba affrontare le aste questa settimana",
commenta il dealer di una banca italiana specialista.
    "Certamente la questione della decadenza di Berlusconi, che
ha minacciato di far cadere il governo, è un elemento un po'
penalizzante", conclude l'operatore. 
=========================== 12,00 ============================
FUTURES BUND SETTEMBRE      139,90   (-0,76)
FUTURES BTP SETTEMBRE       111,91   (+0,22)        
BTP 2 ANNI (GIU 15)     101,996  (+0,061)  1,889%  
 
BTP 10 ANNI (MAG 23)   101,474  (+0,258)  4,356% 
BTP 30 ANNI (SET 40)   100,254  (+0,652)  5,045%  
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   89            90 
BTP/BUND 2 ANNI          163           169        
BTP/BUND 10 ANNI       244           253  
livelli minimo/massimo              243,6-252,0  252,7-257,6   
BTP/BUND 30 ANNI       236           245        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   246,7         250,0   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   68,9          69,6      
==============================================================
 
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia