Portogallo,Corte respinge disegno legge su statali, rendimenti bond salgono

venerdì 30 agosto 2013 09:57
 

LISBONA, 30 agosto (Reuters) - La Corte Costituzionale del Portogallo ha inferto ieri un nuovo colpo agli sforzi del governo di tagliare le spese e tener fede alle condizioni del piano di salvataggio Ue/Fmi, respingendo una proposta di legge che avrebbe consentito al governo di licenziare lavoratori del settore pubblico.

Il mercato obbligazionario portoghese ha reagito negativamente alla notizia in apertura stamane, con il rendimento dei bond a 10 anni salito di 10 punti base al 6,77% , mentre quello dui due anni è salito di 12 pb al 5,34%.

Se da una parte il disegno di legge avrebbe avuto un impatto diretto relativamente basso sul deficit di bilancio nel 2014, dall'altra era ritenuto importante per il suo potenziale effetto strutturale a più lungo termine sui tagli di spesa.

La sentenza preoccupa gli investitori in quanto fa pensare che la Corte potrebbe escludere altre misure di austerità previste dal governo, mettendo in pericolo gli obiettivi di disavanzo stabiliti in occasione del rilascio del pacchetto di aiuti da 78 miliardi di euro che si conclude a metà del 2014.

"La Corte ritenere le norme (della proposta di legge) siamno incostituzionali ... a causa della violazione delle garanzie di un impiego sicuro" ha detto la Corte in una dichiarazione letta dal giudice.

Il primo ministro Pedro Passos Coelho non ha voluto commentare la decisione quando è stato avvicinato dai giornalisti durante la visita alle località colpite dall'incendio nel Portogallo centrale.

La corte ha respinto molta parte dei piani di riduzione dei deficit del governo per due volte da quando il paese ha accettato un piano di salvataggio a metà del 2011, di volta in volta costringendolo a trovare misure alternative.

La misura approvata dal parlamento, per un valore stimato di 170 milioni di tagli di spesa nel 2014, fa parte di un pacchetto di riduzione della spesa del valore di 4,7 miliardi che Lisbona ha promesso i suoi creditori internazionali di fare entro la fine del 2014.

"Il compito del governo di consolidamento del bilancio diventa più difficile e ciò ovviamente dovrà essere discusso con gli istituti di credito il mese prossimo" ha detto Filipe Garcia, capo di Informacao de Mercados Financeiros di Porto.   Continua...