Governo non minacciato da vicende Berlusconi, specie dopo ok su Imu - Letta

giovedì 29 agosto 2013 09:48
 

ROMA, 29 agosto (Reuters) - Dopo l'accordo di ieri sera all'interno del governo per cancellare la prima rata dell'Imu 2013 il presidente del Consiglio, Enrico Letta, si dice ancora più certo che le vicende giudiziarie che riguardano l'ex premier Silvio Berlusconi non sono una freno per la tenuta dell'esecutivo a targa Pd-Pdl.

"Ho sempre detto che non temevo e non temo, a maggior ragione adesso [dopo la cancellazione della prima rata dell'Imu 2013], che ci sia una influenza sulla vita del governo da sentenze legate a vicende giudiziarie", ha detto Letta a Radio Anch'io.

Berlusconi è stato condannato per frode fiscale in terzo grado nell'ambito del processo per i diritti tv Mediaset .

"Gli italiani hanno bisogno di concretezza, di risposte. E' necessario muoversi su questa strada e ieri ci siamo mossi su questa filosofia", ha aggiunto il premier aggiungendo che martedì prossimo il Consiglio dei ministri varerà "norme funzionali all'inizio dell'anno scolastico con segnali che diano speranze in più al mondo della scuola".

Letta ha poi detto che tra le riforme che saranno affrontate in autunno, tra le "priorità" c'è la modifica della legge elettorale.

(Francesca Piscioneri)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia