Decadenza Berlusconi, Gelmini: bene apertura Violante su Consulta

lunedì 26 agosto 2013 11:58
 

ROMA, 26 agosto (Reuters) - Mariastella Gelmini, vicecapogruppo vicario del Pdl alla Camera, plaude alle affermazioni dell'esponente del Pd Luciano Violante, secondo il quale ci sono i margini affinché la Giunta per le elezioni si rivolga alla Consulta sulla legge Severino per evitare così la immediata decadenza di Silvio Berlusconi da senatore dopo la condanna per frode fiscale.

"L'intervista del presidente Violante al Corriere rappresenta una prima autorevole apertura al dibattito sulla decisione della Giunta; dibattito che i falchi del Pd avevano fin qui respinto come una perdita di tempo", scrive la Gelmini in una nota aggiungendo che "pure vanno apprezzati i riferimenti alla giustizia europea: la Corte europea dei diritti dell'uomo di Strasburgo offre una tutela a carattere generale in tutti i casi di violazione da parte dei giudici delle regole fondamentali in materia di giusto processo".

Violante ha detto stamani al Corriere della Sera che "la Giunta, se ritenesse che ci fossero i presupposti, potrebbe sollevare l'eccezione davanti alla Corte costituzionale". L'ex magistrato del Pd ha però precisato che si tratta di garantire il diritto alla difesa al condannato Berlusconi e non di prendere tempo come invece vorrebbe il Pdl.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia