Btp Deboli con Bund, spread non reagisce a tensione politica

giovedì 22 agosto 2013 12:32
 

MILANO, 22 agosto (Reuters) - Seduta nel segno della
debolezza per il mercato secondario italiano che, ritrovata una
correlazione con i Bund, vede un rialzo dei rendimenti a parità
di spread. 
    I titoli tedeschi appaiono in calo dopo che le minute dalla
Federal Reserve non hanno placato i timori di un'imminente
riduzione degli acquisti di bond già dal mese prossimo. La
debolezza dei titoli del Tesoro Usa ha trascinato anche i titoli
di Stato europei. Dai verbali della riunione di luglio è emersa
una conferma del possibile inizio del ritiro delle misure di
stimolo, tuttavia fra i membri del board non c'è accordo sulle
tempistiche da seguire nel procedere al 'tapering'. 
    I Btp si accodano quindi al processo generale di rialzo dei
rendimenti, ma non risentono ancora delle tensioni politiche
interne.
    "Il mercato non prezza ancora una vera crisi di Governo e
non si aspetta elezioni anticipate. Non è facile credere che una
delle due parti possa assumersi la responsabilità di una caduta
del Governo in un momento come questo" dice un trader di un
istituto italiano.
    Per quanto duri possano essere i confronti fra le parti
politiche, gli investitori non credono quindi che si decida di
andare ad elezioni prima che venga modificata la legge
elettorale. 
    "Il mercato non sta reagendo alle notizie di duri scontri
fra Letta e Alfano, non crede che si decida di andare ad
elezioni prima di una nuova legge elettorale" dice Alessandro
Giansanti, strategist di Ing. "Nel caso in cui però questo
avvenisse, il già avviato processo di rialzo dei rendimenti
rende più fragile il debito italiano. Lo spread potrebbe
ampliarsi di un centinaio di punti base, fino a 350 punti base,
quindi non a livelli catastrofici. Ma in termini assoluti il
costo del debito sarebbe alto".
        Il tasso del benchmark decennale italiano è salito oggi
sopra 4,40%, ai massimi da fine luglio.
    È stato un confronto duro quello che ieri sera per circa tre
ore ha contrapposto il presidente del Consiglio Enrico Letta e
il suo vice Angelino Alfano sul fronte vicenda Berlusconi, il
quale - dopo la sentenza della Cassazione che ne ha confermato
la condanna per frode fiscale - rischia l'uscita dalla scena
politica, mettendo a repentaglio la tenuta dell'esecutivo.
Alfano, secondo una fonte del Pdl, ha ribadito che non è
possibile che un partito resti dentro una coalizione, quando
l'altro partito della coalizione fa decadere il leader del
partito alleato per un atteggiamento pregiudiziale. Sulla
decadenza di Berlusconi da senatore dovrà esprimersi prima la
Giunta delle immunità, poi l'aula di Palazzo Madama e il Partito
democratico, a cui appartiene il premier Letta, ha detto che
voterà a favore.


=========================== 12,30 ============================
FUTURES BUND SETTEMBRE      139,62   (-0,52)
FUTURES BTP SETTEMBRE       111,60   (-0,29)        
BTP 2 ANNI (GIU 15)     102,101  (-0,043)  1,817%  
 
BTP 10 ANNI (MAG 23)   101,158  (-0,282)  4,397% 
BTP 30 ANNI (SET 40)   100,106  (-0,181)  5,054%  
========================= SPREAD (PB)=========================  
                                             ULTIMA CHIUSURA    
TREASURY/BUND 10 ANNI   99            97 
BTP/BUND 2 ANNI          159           158        
BTP/BUND 10 ANNI       247           248  
livelli minimo/massimo              245,5-250,3  245,4-252,6   
BTP/BUND 30 ANNI       235           238        
 
SPREAD BTP 10/2 ANNI                   258,0         256,6   
SPREAD BTP 30/10 ANNI                   65,7          68,0      
============================================================== 

    
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia