PUNTO 1-Germania e Francia trainano economia euro fuori da recessione

mercoledì 14 agosto 2013 12:18
 

(Riscrive lead, aggiorna con dato zona euro, aggiunge commenti Rehn, economisti)

MILANO, 14 agosto (Reuters) - L'economia della zona euro nel suo complesso è cresciuta più delle attese nel secondo trimestre, trainata dalla buona performance di Francia e Germania, mostrando il primo progresso trimestrale dopo sette trimestri di contrazione e segnando così l'uscita dalla recessione.

Sono ancora in contrazione i paesi del sud Europa - Italia compresa - anche se gli ultimi dati hanno rilevato un'inversione di tendenza.

"L'economia sta gradualmente migliorando" ha detto il commissario Ue per gli Affari Monetari Olli Rehn dopo il dato della zona euro, aggiungendo però che la crescita è ancora fragile visti i dati di alcuni paesi, come Spagna e Grecia, in cui per altro i tassi di disoccupazione restano "alti in modo inaccettabile". "E' prematuro dire che la crisi è passata" ha aggiunto.

Anche gli economisti - in un sondaggio Reuters di ieri - sono cauti e ritengono che bisognerà attendere il 2015 prima di avere un solido ritmo di crescita

GERMANIA E FRANCIA CRESCONO PIÙ DELLE ATTESE

L'economia tedesca è cresciuta al ritmo più vigoroso di oltre un anno nel secondo trimestre, mentre quella francese ha visto il livello di crescita più forte dall'inizio del 2011. Entrambi i dati hanno battuto le previsioni degli economisti, ma soprattutto hanno indicato che per almeno una buona parte dell'economia della zona euro la recessione sembrerebbe finita.

In Germania la prima stima del Pil del secondo trimestre ha mostrato un balzo allo 0,7% rispetto al trimestre precedente, il massimo dopo il primo trimestre 2012 e sopra le attese di una crescita limitata allo 0,6%. Nel primo trimestre la crescita era stata nulla e nel quarto trimestre dello scorso anno il dato aveva mostrato contrazione (-0,5%). Su anno il Pil tedesco è a +0,9% dopo il -1,6% (rivisto) del primo trimestre .   Continua...