Spagna ridurrà del 30% volume emissioni titoli da settembre-stampa

martedì 13 agosto 2013 09:40
 

MADRID, 13 agosto (Reuters) - La Spagna rallenterà il ritmo delle emissione di titoli di Stato quando a settembre ripartiranno le aste, dopo aver già collocato in agosto il 76% del suo target per quest'anno.

Lo ha detto il Segretario Generale del Tesoro Inigo Fernandez de Mesa in un'intervista al quotidiano finanziario Espansion.

La Spagna ha venduto un totale di 92,2 miliardi di euro di debito a medio e lungo termine con la sua ultima asta dello scorso primo agosto. Il suo obiettivo di funding per il 2013 è di 121,3 miliardi e la prossima asta è prevista per il 5 settembre.

"A settembre faremo ripartire l'offerta di titoli a medio e lungo termine, ma ridurremo il volume delle emissioni mensili del 30%" ha detto Fernandez de la Mesa, secondo qunato riportato dal quotidiano.

Il costo del finanziamento pubblico della Spagna si è ridotto rispetto agli insostenibili livelli del luglio 2012, quando la Banca centrale europea promise di fare tutto quanto in suo potere per proteggere l'unione monetaria.

Quest'anno, il Tesoro ha per lo più visto una domanda solida alle sue aste bi-mensili e ha visto anche un forte interesse per le emissioni sindacate.

La Spagna ha in programma 10 aste fino a metà gennaio e deve vendere una media di 2,9 miliardi di euro in ciascuna asta per raggiungere il suo obiettivo di fine anno, in calo dai circa 4 miliardi venduti ad ogni asta fino al 2013.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia