Pubblico impiego, in 2 anni 120.000 occupati in meno, salari -1,3% - Aran

giovedì 8 agosto 2013 16:56
 

ROMA, 8 agosto (Reuters) - In due anni, tra il 2011 e il 2012, il numero dei dipendenti pubblici è calato di 120.000 unità, a causa del blocco del turn over, mentre il blocco dei rinnovi contrattuali e della dinamica delle retribuzioni ha portato a un calo degli stipendi pubblici dell'1,3%.

Lo dice un rapporto diffuso oggi dall'Aran, l'Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni.

Nel 2011 il numero degli occupati è sceso dell'1,6%, nel 2012 del 2%.

Per quanto riguarda le retribuzioni medie, nel 2011 il calo è stato dello 0,7% rispetto all'anno precedente, nel 2012 dello 0,6%.

Facendo un paragone con il settore privato, Aran dice che nel 2011 gli stipendi dell'industria manifatturiera sono cresciuti del 2,6%, nel 2012 del 2,1%.

L'inflazione è stata del 2,8% nel 2011 e del 3% nel 2012.

La riduzione dei salari medi sommata a quello del personale ha provocato un calo della spesa complessiva per le retribuzioni del 4,8% in due anni.

Il blocco del turn over ha però prodotto anche un innalzamento dell'anzianità degli occupati, la cui età media è passata in 10 anni, dal 2001 al 2011, da 43,6 anni a 47,8 anni.

Sul sito it.reuters.com le notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia