Italia a un passo da svolta, metta da parte le contrapposizioni-Letta

martedì 6 agosto 2013 17:06
 

ROMA, 6 agosto (Reuters) - L'Italia vede l'uscita dalla recessione e deve mettere da parte le contrapposizioni che l'hanno impegnata per vent'anni per compiere l'ultimo passo.

Enrico Letta compie i suoi primi 100 giorni da presidente del Consiglio e fa il punto sui provvedimenti adottati per scacciare le critiche di chi accusa il governo di larghe intese di aver scelto la strada del rinvio delle riforme economiche nella speranza che la congiuntura, nel frattempo, migliori.

E' anche l'occasione per sostenere la bontà di una alleanza con il Pdl di Silvio Berlusconi, nel momento in cui la condanna definitiva del Cavaliere per frode fiscale la fa tremare.

"I segnali ci sono tutti e indicano che siamo a un passo dal possibile. A un passo, cioè, dall'inversione di rotta e dall'uscita dalla crisi più drammatica e buia che le attuali generazioni abbiano mai vissuto", scrive Letta nell'introduzione del documento sui primi 100 giorni di governo.

"Vent'anni di confronto durissimo e muscolare lasciano segni e ferite. Eppure, i provvedimenti del governo ....dimostrano che è possibile lavorare per l'Italia pensando al futuro. Senza lasciarsi spaventare ...dal rischio che il proprio elettorato o la propria base non capisca il senso delle larghe intese".

Letta si dice convinto che "gli italiani capiscono che non c'è alternativa, non a questo governo, ma alla necessità per una volta, di mettere da parte le contrapposizioni e le viscere per avere stabilità".

Le risposte dal governo, che non ha la presunzione di durare per sempre, "arrivano subito quando è possibile e invece vanno costruite con cautela quando devono fare i conti con una realtà complessa che impone attenzione e serietà".

Sull'Imu, una delle questioni più discusse nei primi tre mesi di governo, Letta conferma l'impegno a "superare" l'imposta sulla prima casa con la riforma complessiva dell'intera questione della tassazione sugli immobili entro il 31 agosto.

  Continua...