Condanna Berlusconi, Imu primo test per tenuta governo - Fassina

venerdì 2 agosto 2013 11:51
 

ROMA, 2 agosto (Reuters) - Se nell'agenda di governo, a cominciare dall'Imu nelle prossime settimane, il Pdl scaricasse le tensioni giudiziarie di Silvio Berlusconi, il Partito democratico potrebbe decidersi a porre fine all'esecutivo di Enrico Letta.

Lo ha detto oggi il viceministro dell'Economia, Stefano Fassina, del Pd.

"Tutto dipende da loro. Sarebbe difficilmente sostenibile proseguire al governo con un Pdl che non riesce ad evolvere in un partito di centrodestra europeo e rimane invece subalterno agli interessi personali e giudiziari di Silvio Berlusconi", ha detto Fassina a Reuters.

"Non è una questione che si risolve nel giro di ore, d'accordo, ma già nelle prossime settimane si dovrà sciogliere il nodo dell'Imu e su questioni di merito come queste le scelte non potranno riflettere gli interessi personali di Berlusconi. Sarebbe un fatto gravissimo".

Un provvedimento sull'Imu è atteso per fine agosto, ha detto il governo, ma la maggioranza continua ad essere divisa su come riformarlo, con il Pdl che insiste nel chiedere di rendere esenti tutte le prime case eccetto ville, case di lusso e immobili di pregio artistico e storico.

In assenza di accordo, hanno detto fonti governative prima della condanna definitiva di Berlusconi per frode fiscale, l'esecutivo potrebbe rinviare la riforma della tassazione immobiliare al 2014, adottando una soluzione transitoria per il 2013, eliminando il versamento dell'Imu su quasi tutte le prime case.

In prospettiva, Fassina dice di non vedere una grande novità nell'ipotetico passaggio del testimone tra Silvio Berlusconi e la figlia Marina alla guida del centrodestra, come ipotizzato da diversi esponenti del Pdl.

"Non direi proprio che sarebbe un'evoluzione in senso europeo del centrodestra italiano. Con lei verrebbe meno la dimensione giudiziaria, ma non quella del conflitto di interessi", ha detto il viceministro.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia