PUNTO 2 - Debiti Pa, Senato spinge su banche e Cdp, Pd stima altri 25 mld

mercoledì 31 luglio 2013 16:02
 

* Senato disciplina garanzia Stato su debiti di parte corrente

* Garanzia efficace solo se si trovano le coperture

* In caso di escussione lo Stato ha diritto di rivalsa (Aggiorna con riformulazione emendamento)

di Giuseppe Fonte

ROMA, 31 luglio (Reuters) - Via libera unanime del Senato a un emendamento del Pd che ha l'obiettivo di accelerare i rimborsi alle imprese creditrici della pubblica amministrazione facilitando la cessione delle fatture a banche e Cassa depositi e prestiti.

Il testo va ad integrare l'articolo 11 del decreto con i primi interventi di sostegno all'occupazione e, secondo quanto scrive in una nota il primo firmatario Giorgio Santini, può portare alla liquidazione di debiti commerciali per "altri 25 miliardi".

Finora, infatti, il governo ha definito i termini per pagare alle imprese quasi 40 miliardi. Ai 20 del 2013 se ne sommeranno altri 19,8 miliardi nel 2014.

Il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, ha ipotizzato il pagamento di ulteriori 10 miliardi entro fine dicembre ma in forma diretta, senza cioè l'intermediazione delle banche e attraverso l'emissione di nuovo debito pubblico.

Il governo vuole rimborsare tutte le fatture pendenti da oltre 30-60 giorni -- in violazione della direttiva europea sui pagamenti -- entro il 2014, prima che il Fiscal compact renda più rigida la gestione del bilancio.   Continua...