Iva su supporti libri scolastici: tensioni tra Tesoro e Sviluppo

venerdì 26 luglio 2013 15:58
 

ROMA, 26 luglio (Reuters) - Tensione alla Camera tra il ministero dell'Economia e il ministero dello Sviluppo sul regime fiscale dei supporti ai libri scolastici.

Le commissioni Finanze e Bilancio, dove è in corso l'esame del decreto che proroga fino a dicembre le detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie, hanno chiesto e ottenuto dal governo di cancellare l'aumento dell'Iva dal 4 al 21% per gli allegati a dizionari e libri di testo.

Secondo una fonte parlamentare il sottosegretario al Tesoro del Pd, Pier Paolo Baretta, ha proposto come coperture alternative l'incremento delle accise sui carburanti o dell'accisa sulla produzione di energia alternativa da impianti superiori ai 20 megawatt. Il ministero dello Sviluppo, attraverso il sottosegretario del Pdl Simona Vicari, si è opposto.

"A fronte del ripristino dell'Iva al 4% sui supporti ai libri scolastici, che confermo il governo ha deciso di ripristinare, non è stata ancora formalizzata la copertura necessaria perché è in atto una verifica tecnica fra i ministeri interessati", spiega in una nota Baretta.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

 

AGGIORNAMENTO

  • Italy
  • US
  • UK
  • Europe
Iva su supporti libri scolastici: tensioni tra Tesoro e Sviluppo | Mercati | Bond | Reuters.com
    chart
  • FTSEMIB
    20,836.51
    +0.15%
  • FTSE Italia All-Share Index
    23,014.42
    +0.22%
  • Euronext 100
    1,014.64
    +0.13%