Debito pubblico, intervento su patrimonio, partecipazioni -Letta

giovedì 25 luglio 2013 16:55
 

ROMA,25 luglio (Reuters) - Per abbattere il debito pubblico italiano il governo non intende ripercorrere la strada delle "privatizzazioni fatte male", ma valorizzare il patrimonio pubblico e le partecipazioni sia dello Stato sia degli enti locali.

Lo ha detto oggi il premier Enrico Letta, rispondendo al question time al Senato ad interrogazioni sulla strategia dell'esecutivo per aggredire un debito pubblico visto oltre il 130% del Pil.

"Nessuno vuole ripercorrere la strada delle privatizzazioni fatte male in altri Paesi e in alcuni casi anche in Italia", ha detto il premier.

"La nostra volontà è di intervenire non solo sull'enorme patrimonio pubblico del nostro Paese ma anche di valorizzare e intervenire sulle partecipazioni pubbliche nazionali e sulle partecipazioni degli enti locali", ha aggiunto.

In ogni caso, per Letta la strada maestra per invertire la tendenza alla crescita del rapporto debito/Pil è di aumentare il denominatore, concentrandosi su politiche fiscali volte a favorire la crescita.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia