PUNTO 1-Debiti Pa, in 2013 10 mld di nuovi rimborsi - Saccomanni

giovedì 25 luglio 2013 16:50
 

(Aggiunge dichiarazioni Saccomanni e contesto)

ROMA, 25 luglio (Reuters) - A settembre il governo potrebbe definire i termini per liquidare alle imprese fornitrici della pubblica amministrazione altri 10 miliardi oltre ai 20 già programmati nel secondo semestre del 2013.

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, subordinando l'operazione alla "effettiva capacità di assorbimento dei titoli di Stato".

"A settembre vedremo se fare un'ulteriore accelerazione dei pagamenti aggiungendo un ulteriore importo che potrebbe essere stimato in circa 10 miliardi, portando il totale a 50 miliardi nell'arco di 12 mesi", ha detto Saccomanni.

Il decreto 35, varato a inizio aprile dal precedente governo di Mario Monti e convertito in legge a giugno, prevede di liquidare alle imprese quasi 40 miliardi nell'arco di 12 mesi. Ai 20 di quest'anno se ne aggiungeranno altri 19,8 nel 2014.

Indicando un totale di 50 miliardi, Saccomanni suggerisce che la nuova tranche di 10 miliardi non sarà un anticipo dei rimborsi già programmati nel 2014.

Prima di accelerare i pagamenti, il Tesoro aspetta di concludere entro metà settembre il censimento di tutti i debiti commerciali accumulati negli anni da amministrazioni centrali e territoriali.

La Banca d'Italia ha stimato in circa 90-91 miliardi a fine 2011 il totale delle fatture pendenti da più di 30-60 giorni. La Cgia di Mestre è arrivata a ipotizzare un importo di 120 miliardi.

"Sono tutti dati basati su stime essenzialmente fatte dal lato dei creditori. Vi è una lacuna sulla quale stiamo intervenendo. Io credo che le cifre utilizzate siano leggermente sovrastimate", ha detto Saccomanni.   Continua...