July 25, 2013 / 3:46 PM / 4 years ago

PUNTO 1 - Fisco, ridurre cuneo agendo su contributi - Saccomanni

5 IN. DI LETTURA

* Saccomanni non scioglie il rebus dell'Imu sulla prima casa

* L'Irap è utile per sostenere il lavoro. Occorre rafforzare l'Ace

* Immobili, ridurre le imposte sui trasferimenti (Accorpa pezzi e aggiunge contesto)

ROMA, 25 luglio (Reuters) - La riduzione del cuneo fiscale potrebbe focalizzarsi sui contributi sociali non previdenziali più che eliminando totalmente il costo del lavoro dalla base imponibile dell'Irap.

Lo dice il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, ribadendo l'impegno "prioritario" a ridurre e redistribuire il carico fiscale.

"L'Irap è un'imposta che è in grado di attuare politiche attive del lavoro, mediante la concessione di detrazioni differenziate per categorie di lavoratori", spiega Saccomanni nel corso di un'audizione in Senato.

La ricetta del ministro per arrivare a una "riduzione permanente e significativa" delle imposte passa attraverso la revisione della spesa e il contrasto all'evasione e all'elusione fiscale.

L'ex direttore generale della Banca d'Italia sollecita anche "un'azione organica" sulle tax expenditure, le oltre 700 forme di agevolazione fiscale che privano l'Erario di oltre 160 miliardi l'anno.

"Regimi particolari di esenzione, riduzione, agevolazione fiscale creano distorsioni nel funzionamento dei mercati, minano la credibilità del sistema tributario, inducono le categorie e i gruppi di pressione a competere tra loro nel richiederne di nuove, forniscono un alibi morale a chi non ne beneficia per ricorrere a pratiche elusive o evasive", dice Saccomanni.

Immobili, Stretta in Vista Su Immobili a Disposizione

Saccomanni conferma l'obiettivo di adottare entro fine agosto "proposte di riforma" dell'Imu senza accennare a come cambierà il regime fiscale della prima casa.

Nel sollecitare il Parlamento ad approvare in tempi brevi la delega fiscale, il ministro indica come prioritaria la riforma del catasto, che dovrà essere accompagnata da "riduzioni delle aliquote, in modo da lasciare invariato il carico complessivo", pari a 44 miliardi.

In particolare, il governo punta a ridurre le imposte sui trasferimenti. "In Italia sono particolarmente elevate", dice Saccomanni.

Nel mirino ci sono poi le case diverse dalle abitazioni principali e non affittate, che oggi sono esenti da Irpef.

"L'asimmetria di trattamento tra immobili a disposizione e immobili locati non sembra trovare alcuna giustificazione, né sul piano equitativo, né sul piano economico e neanche sul piano tributario e, quindi, sembra meritevole di esame", dice il ministro.

Aumentare deducibilità Svalutazione Crediti Bancari

Saccomanni conferma l'intenzione di rafforzare l'Aiuto alla crescita economica (Ace), la deducibilità fiscale del rendimento assicurato dagli incrementi di capitale proprio, oggi limitato al 3% annuo.

Il governo sta lavorando anche a misure di natura fiscale che consentano alle imprese di avere accesso a una maggiore liquidità e valuta tutte le opzioni per eliminare le penalizzazioni della disciplina sulla svalutazione fiscale dei crediti bancari rispettando i vincoli di bilancio.

"Le soluzioni che verranno adottate dovranno affrontare la questione delle svalutazioni pregresse e di quelle future; sarà inoltre opportuno rendere omogeneo il loro trattamento a quello delle perdite su crediti, completare l'attuale disciplina fiscale dei crediti d'imposta per fiscalità differita estendendola all'Irap".

Tobin Tax, Massima Cautela

Saccomannni avverte che estendere la tassa sulle transazioni finanziarie al comparto obbligazionario, come suggerisce la Commissione europea, "comporta forti rischi" perché potrebbe aumentare il costo di finanziamento per Stato e imprese.

La Tobin tax all'italiana si applica alle transazioni di azioni e di derivati con sottostante azioni e dovrebbe garantire all'Erario circa 1 miliardo l'anno.

Il ministro spiega che la Tobin tax è "una materia da trattare con la massima cautela" e si mostra consapevole delle preoccupazioni espresse dagli operatori di mercato, ma non accenna a marce indietro del governo o a rivisitazioni dell'imposta.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below