PUNTO 1 - Fisco, ridurre cuneo agendo su contributi - Saccomanni

giovedì 25 luglio 2013 17:42
 

* Saccomanni non scioglie il rebus dell'Imu sulla prima casa

* L'Irap è utile per sostenere il lavoro. Occorre rafforzare l'Ace

* Immobili, ridurre le imposte sui trasferimenti (Accorpa pezzi e aggiunge contesto)

ROMA, 25 luglio (Reuters) - La riduzione del cuneo fiscale potrebbe focalizzarsi sui contributi sociali non previdenziali più che eliminando totalmente il costo del lavoro dalla base imponibile dell'Irap.

Lo dice il ministro dell'Economia, Fabrizio Saccomanni, ribadendo l'impegno "prioritario" a ridurre e redistribuire il carico fiscale.

"L'Irap è un'imposta che è in grado di attuare politiche attive del lavoro, mediante la concessione di detrazioni differenziate per categorie di lavoratori", spiega Saccomanni nel corso di un'audizione in Senato.

La ricetta del ministro per arrivare a una "riduzione permanente e significativa" delle imposte passa attraverso la revisione della spesa e il contrasto all'evasione e all'elusione fiscale.

L'ex direttore generale della Banca d'Italia sollecita anche "un'azione organica" sulle tax expenditure, le oltre 700 forme di agevolazione fiscale che privano l'Erario di oltre 160 miliardi l'anno.

"Regimi particolari di esenzione, riduzione, agevolazione fiscale creano distorsioni nel funzionamento dei mercati, minano la credibilità del sistema tributario, inducono le categorie e i gruppi di pressione a competere tra loro nel richiederne di nuove, forniscono un alibi morale a chi non ne beneficia per ricorrere a pratiche elusive o evasive", dice Saccomanni.   Continua...