Iva, commissioni Senato non modificano copertura per rinvio aumento

lunedì 22 luglio 2013 19:40
 

ROMA, 22 luglio (Reuters) - Le commissioni Lavoro e Finanze del Senato hanno rimesso all'aula l'esame di eventuali alternative alla copertura del rinvio di tre mesi dell'Iva prevista dal governo, che vale circa un miliardo, approvando oggi senza sostanziali modifiche il decreto legge sugli interventi in materia di occupazione e Iva.

Lo ha riferito a Reuters un funzionario della commissione Lavoro di Palazzo Madama.

Il decreto ha rinviato da luglio a ottobre l'aumento dell'Iva e ha stanziato circa 1,5 miliardi in tre anni per sostenere l'occupazione.

Per reperire il miliardo di euro necessario a coprire il congelamento dell'aumento dell'imposta indiretta per 90 giorni, il governo ha stabilito un aumento degli acconti Irpef e Irap sulle società di capitale, che dovrebbero salire al 100% (dall'attuale 99%), e di quello Ires al 101%, mentre la ritenuta sugli interessi di conti correnti e depositi crescerebbe al 110%.

Subito dopo il varo del decreto, il premier Enrico Letta ha assicurato la "massima disponibilità" a trovare con il Parlamento coperture alternative a quella che diverse associazioni di categoria hanno definito "un prestito forzoso" alle imprese, ma finora né l'esecutivo né i relatori di maggioranza del provvedimento al Senato hanno avanzato proposte alternative.

La parola passa dunque all'aula del Senato, dove la discussione è attesa non prima di mercoledì. Ma già domani alle 13,00 scade il termine degli emendamenti e potrebbe essere questa la prima occasione per scoprire nuove carte.

Dopo l'ok del Senato, il decreto legge è atteso alla Camera per la conversione definitiva in legge.

(Roberto Landucci)

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia