Fonsai, Ghizzoni non vede impatti da arresto Ligresti

mercoledì 17 luglio 2013 13:59
 

MILANO, 17 luglio (Reuters) - L'AD di Unicredit Federico Ghizzoni non teme ripercussioni dall'arresto della famiglia Ligresti su Fondiaria Sai e sull'operazione di integrazione con Unipol.

"La notizia l'ho appresa adesso anch'io, non penso proprio che ci siano ripercussioni, di certo non credo abbia impatti particolari", ha detto Ghizzoni al termine dell'esecutivo Abi, aggiungendo che non si aspettava un simile epilogo.

Questa mattina Salvatore Ligresti e i suoi figli, i due ex-amministratori delegati di Fonsai Fausto Marchionni ed Emanuele Erbetta e l'ex-vice presidente pro-tempore della società Antonio Talarico sono stati arrestati per falso in bilancio aggravato e manipolazione del mercato nell'ambito di un'inchiesta della procura di Torino su Fondiaria Sai.

Unicredit è il principale creditore del gruppo Premafin-Fonsai fino a qualche mese fa controllato dalla famiglia Ligresti.

Sulla reazione in borsa del titolo Fonsai, stamane in calo sulla notizia degli arresti e ora in rialzo del 5,8%, Ghizzoni si è limitato a osservare che "la borsa reagisce sempre su notizie del momento".

"Vedremo cosa succederà", ha concluso.

(Gianluca Semeraro)

  Continua...