Inps, in 4 anni 80 mld di sussidi, deficit 2012 a 9 mld

martedì 16 luglio 2013 11:12
 

* Assistite 3 mln persone all'anno con cig, disoccupazione

* Mastrapasqua chiede legislazione per favorire dismissioni immobili

* Con fusione Inpdap-Enpals conti in rosso per prima volta da 4 anni

ROMA, 16 luglio (Reuters) - Negli ultimi quattro anni di crisi l'Inps ha distribuito fra cassa integrazione e disoccupazione 80 miliardi di sussidi.

E' quanto si legge nella relazione che Antonio Mastrapasqua, presidente dell'Inps, ha presentato questa mattina in Parlamento sull'attività svolta dall'Istituto di previdenza nel 2012.

"In questi quattro anni di crisi lo Stato ha erogato, tramite l'Inps, 80 miliardi di euro di sussidi" per cassa integrazione e disoccupazione, "che sono stati distribuiti ad una platea di circa 3 milioni di lavoratori in media per ogni anno", ha detto Mastrapasqua.

Il 2012 è stato il primo anno di esercizio del "nuovo" Inps, derivante dalla fusione di Inpdap ed Enpals. Un esercizio contabile che, dopo 25 miliardi di euro di saldi positivi negli ultimi quattro anni, produce un "rosso" di quasi 9 miliardi di euro: "Un disavanzo in tutto imputabile alla gestione dei lavoratori pubblici", ma "il sistema è in piena sicurezza", ha aggiunto Mastrapasqua.

Il presidente dell'Inps ha quindi sollecitato il legislatore - finora sordo alle richieste - a mettere mano alla normativa sulle dismissioni per permettere all'istituo di valorizzare al meglio, tenendo conto anche delle esigenze degli inquilini, il proprio patrimonio immobiliare: "E' dal 2009 che chiediamo ci venga indicata la modalità più coerente e più rapida per assicurare agli attuali inquilini la possibilità di acquistare la casa in cui abitano, e all'Istituto la necessità di valorizzare un patrimonio anche mediante un'alienazione trasparente e produttiva".

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia