Spread torna sopra 300 pb,Borsa cede 1% su timori Portogallo,politica

venerdì 12 luglio 2013 15:28
 

MILANO, 12 luglio (Reuters) - Dopo un avvio di seduta positivo, il mercato azionario e obbligazionario italiano muovono in calo, sui timori di un insaprimento della crisi del governo portoghese, che mette pressioni alla periferia europea, ma anche per le tensioni legata alla situazione politica italiana.

"E' come se ci fosse il timore che possa succedere qualcosa sull'Italia", dice un trader, aggiungendo che gli scarsi volumi accentuano la volatilità.

Un secondo operatore cita invece i timori che il Portogallo possa andare verso un secondo bailout, a seguito delle tensioni politiche che stanno facendo traballare il governo guidato da Passos Coelho.

L'indice FTSE Mib perde l'1,15% dopo una mattinata trascorsa in territorio positivo, zavorrato dai bancari, in controtendenza rispetto a Francoforte e Londra, mentre lo spread tra Btp e Bund decennali ha sfondato il muro dei 300 punti base per la prima volta dopo due settimane.

Il rendimento del decennale sale al 4,557%, invertendo la discesa della mattinata, dal 4,459% della chiusura di ieri

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia