Debiti Pa, in prossimi giorni primo esame su nuovi rimborsi-Letta

mercoledì 10 luglio 2013 15:42
 

ROMA, 10 luglio (Reuters) - Il governo "già nei prossimi giorni" comincerà a studiare le soluzioni tecniche per accelerare la liquidazione dei debiti commerciali accumulati dalla pubblica amministrazione verso i fornitori privati.

Lo ha detto il presidente del Consiglio, Enrico Letta, impegnandosi a garantire la corretta attuazione del decreto 35, che ha definito i termini per rimborsare alle imprese i primi 40 miliardi tra 2013 e 2014.

"Già nei prossimi giorni procederemo a valutare tecnicamente le modalità operative più opportune per accelerare e completare il pagamento dei debiti pregressi e verificare, anche con le autorità europee, gli spazi disponibili nel rispetto degli obiettivi generali di finanza pubblica", ha detto Letta alla Camera rispondendo - nel corso del question time - a una interrogazione presentata dal capogruppo del Pdl, Renato Brunetta.

"Sul pagamento c'è un impegno diretto mio e di tutto il governo. Ne va della stessa serietà dello Stato nel rapporto con i cittadini. Non possono più essere richiesti impegni ai cittadini se poi il primo a non rispettarli è lo stato stesso", ha detto Letta.

Il Pdl chiede di concentrare nel 2013 il rimborso dei primi 40 miliardi.

Il ministero dell'Economia vuole negoziare una convenzione con le banche per aumentare il plafond di 20 miliardi previsto quest'anno. Gli istituti di credito dovrebbero comprare "pro solvendo" dalle imprese le fatture pendenti, evitando conseguenze sui saldi del bilancio.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia