Italia, sofferenze banche maggio +22,3%, depositi +7,1% -Bankitalia

mercoledì 10 luglio 2013 10:44
 

MILANO, 10 luglio (Reuters) - Si conferma sui livelli record di aprile la crescita delle sofferenze bancarie in Italia in maggio che si accompagna ad un tasso sempre "sostenuto" di crescita dei depositi del settore privato e a un netto calo dei prestiti alle imprese.

È quanto emerge dal comunicato odierno di Bankitalia sui principali indicatori bancari, relativo al mese di maggio.

Secondo i dati di Banca d'Italia il tasso di crescita sui 12 mesi delle sofferenze bancarie è risultato pari al 22,3%, dato analogo a quello di aprile, l'incremento più sostenuto dall'inizio della serie di rilevazioni nel 1998.

I depositi bancari del settore privato hanno invece evidenziato un incremento del 7,1% annuo in maggio, appena inferiore al 7,2% del mese precedente, che rappresenta la crescita più sostenuta anche in questo caso dal 1998.

All'aumento dei depositi corrisponde tuttavia ancora una contrazione degli impieghi in maggio: -2,4% annuo complessivo per i prestiti al settore privato dopo il -2,2% di aprile. Per quel che riguarda i prestiti alle famiglie la contrazione è dello 0,9% sui 12 mesi (dopo il -0,8% di aprile) mentre il dato relativo alle imprese segna una flessione del 3,6% annuo (dal -3,5% di aprile).

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia