PUNTO 1-Lavoro, Letta cerca sponde in Ue, Giovannini con le parti sociali

mercoledì 22 maggio 2013 18:12
 

* Giovannini: difficile 12 mld da Ue per occupazione

* Ministro: pacchetto entro luglio, a studio calo fisco e contributi

* Italia ha 500 mln per Youth guarantee. Dell'Aringa: vogliamo di più

* Letta a Bruxelles: anticipare a 2013 accesso a fondi per giovani

* Giovannini: ripresa 2013-2014 non basta per assorbire disoccupazione (Aggiunge dichiarazioni Letta e Giovannini, contesto)

di Francesca Piscioneri

ROMA, 22 maggio (Reuters) - Il governo gioca la vera partita per rilanciare l'occupazione sul campo europeo - con il premier Enrico Letta che cerca sponde a Bruxelles - ma nel frattempo apre il confronto in casa con le parti sociali per varare entro luglio un pacchetto di modifiche alla legge Fornero che dia qualche sollievo in tempi di crisi.

Nel primo incontro con le parti sociali dal suo insediamento, il ministro del Welfare Enrico Giovannini ribadisce che sulla legge 92 si può intervenire solo "con il cacciavite"; smorza le illusioni di chi pensa che dall'Europa presto arriveranno 12 miliardi; e dice che si sta lavorando "su defiscalizzazione e decontribuzione" per le imprese che assumono.

"Pensiamo a interventi di modifica alla legge 92 da fare col cacciavite, e non ripensare tutto quanto, con la possibilità di rivedere gli ammortizzatori, specie quelli in deroga, fino alla revisione dei centri per l'impiego e a processi di semplificazione. Su questi punti pensiamo da qui a fine luglio di mettere in campo delle proposte operative", ha detto il ministro parlando ai rappresentanti di sindacati e imprese - assenti i big di Cgil, Cisl, Uil e Confindustria -, secondo un partecipante.   Continua...