Ue, Italia per esenzione regole debito per 100 mld investimenti-Lupi

martedì 21 maggio 2013 17:33
 

ROMA, 21 maggio (Reuters) - L'Italia potrebbe chiedere l'esenzione dai tetti di Maastricht per i circa 100 miliardi di investimenti infrastrutturali che ha in corso o per quelli programmati.

Lo ha detto il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Maurizio Lupi, nel corso di un'audizione alla Camera.

"A oggi il nostro Paese ha realizzato interventi per 35,8 miliardi, ha in corso lavori per 33,7 miliardi e possono essere avviati in futuro interventi per circa 73 miliardi. Potremmo, quindi, da un lato invocare una deroga alla soglia del 3% e, al tempo stesso, chiedere che gli investimenti ubicati sui Corridoi comunitari, realizzati in corso e da avviare, non siano considerati come debito pubblico e quindi non gravino sui vincoli di Maastricht", ha detto nel suo intervento Lupi.

Il ministro si è detto convinto che il Paese può rivendicare il proprio ruolo rilevante nell'ambito della costruzione dei network europei, ma deve anche fare uno sforzo di credibilità.

L'allegato infrastrutture al Def 2014-2016 approvato il giorno 8 maggio dal Parlamento, ha ricordato il ministro "mette chiaramente in evidenza che dei 70 interventi del Programma delle infrastrutture strategiche, oltre l'85% (66 progetti su 72) è relativo ad interventi ubicati sui 4 Corridoi o sui nodi logistici comunitari ultimamente definiti "core network", cioè, ribadisco, come interventi prioritari per la Unione Europea".

La priorità che l'Europa assegna a questi progetti dà la possibilità all'Italia di poter chiedere maggiore flessibilità nel finanziamento delle opere a patto di dimostrare la capacità di realizzazione: "Questo lo potremo fare da una posizione di forza molto maggiore se saremo credibili nella realizzazione del Core network delle Reti europee. Se faremo la nostra parte fino in fondo e ci dimostreremo non solo affidabili, ma in grado di occupare una posizione di eccellenza. Quindi su alcune opere, superprioritarie, ci devono essere garanzie ferree sulle risorse e sui tempi di realizzazione. Ci deve essere un impegno straordinario del Governo e del Presidente del Consiglio".

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia