Debiti Pa, Camera approva decreto, passa al Senato

mercoledì 15 maggio 2013 11:08
 

ROMA, 15 maggio (Reuters) - L'aula della Camera ha approvato il decreto sui debiti commerciali, che ora passa all'esame del Senato in seconda lettura per essere convertito in legge entro il 7 giugno, pena la decadenza.

Il decreto è stato approvato con larga maggioranza con 450 favorevoli, 107 astenuti e nessun contrario.

Il provvedimento definisce i termini per liquidare alle imprese 40 miliardi di euro tra 2013 e 2014. Oltre tre quarti del totale sono rimborsi di fatture pendenti in senso stretto. Il resto assume la forma di rimborsi fiscali, compensazioni con debiti fiscali iscritti a ruolo e cofinanziamenti europei.

Forti polemiche ha generato nei giorni scorsi la copertura del cosiddetto Patto di stabilità verticale: la facoltà data alle Regioni di trasferire risorse a comuni e province per garantire servizi essenziali come scuola, manutenzione delle strade e trasporto pubblico locale.

Saltata l'introduzione di una tassa sulle sigarette elettroniche, governo e deputati hanno introdotto micro-tagli a pioggia a partire dal 2015, compresi otto per mille e fondi all'editoria.

Il sottosegretario per i Rapporti con il Parlameno, Giovanni Legnini, ha garantito il ripristino delle dotazioni con la prossima Legge di stabilità.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia