Treasuries muovono al rialzo, si riconsiderano future mosse Fed

martedì 14 maggio 2013 15:30
 

NEW YORK, 14 maggio (Reuters) - Titoli di stato Usa sostanzialmente poco mossi sulla piazza statunitense: i prezzi muovono al rialzo dopo essere scesi per quasi una settimana, con gli investitori che riconsiderano la possibilità che la Federal Reserve rallenti il programma di acquisti sul secondario nei prossimi mesi.

Sui treasuries sono prevalse le vendite nelle ultime sedute dopo che gli incoraggianti dati giunti dal mercato del lavoro hanno alimentato le attese secondo cui la Fed potrebbe prepararsi a ridurre gli acquisti mensili da 85 miliardi di governativi Usa e titoli legati a mutui ipotecari.

Ma con l'inflazione ancora ben al di sotto dell'obiettivo della Fed del 2% e un'economia asfittica, oggi gli analisti affermano che le autorità monetarie hanno pochi incentivi a tirare il freno già ora.

"L'inflazione andrà all'1% entro l'estate", osserva John Briggs, Treasuries strategist di RBS a Stamford, nel Connecticut.

Poco prima dell'apertura della borsa a Wall Street il decennale avanza di 5,5/32 e rende l'1,898% dall'1,908% di ieri. Il titolo a 30 anni avanza di 14/32 e offre un tasso del 3,103% dal 3,118% di ieri.

Il ritracciamento del dollaro contro lo yen e la debolezza dell'azionario potrebbero sostenre un rally dei titoli di stato secondo Richard Gilhooly, interest rate strategist di TD Securities. Se invece i rendimenti del trentennale superassero 3,14%, ha aggiunto, potrebbero allungare ancora fino a testare 3,25%.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia